Attività culturali

Lezioni di Folk

a cura di Valentino Paparelli

Martedì 21 agosto Piazza del Popolo, Chiesa di San Leonardo

Alessandro Portelli

Musica e lotte sociali nel Sud-Est degli USA

Con Mike e Carrie Kline
Alessandro Portelli, docente di Letteratura anglo-americana all’Università diRoma e presidente del Circolo Gianni Bosio, è uno dei padri fondatori dellastoria orale internazionale. Ha effettuato numerose campagne di ricerca anchesulla musica popolare, in particolare in Italia e negli Stati Uniti. L’incontrosarà anche l’occasione per un resoconto delle sue ricerche sull’espressivitàpopolare nel Sud-Est degli USA, che hanno messo in evidenza il legameprofondo tra musica, memoria storica e movimenti. I due importanti musicisticountry-folk – Mike e Carrie Kline – eseguiranno musica popolare tradizionalee contemporanea legata ai movimenti sindacali e ambientalisti americani degliultimi 50 anni e forniranno una testimonianza diretta della canzone di protestaamericana.

Giovedì 23 agosto. Piazza del Popolo, Chiesa di san Leonardo

Placida Staro

Il ballo antico dell’Appennino bolognese

Con I suonatori della Valle del Savena e 4 ballerini
Nella provincia di Bologna, da secoli, la cultura della danza ha avutoun’importanza primaria per la costruzione e il consolidamento delle relazionipersonali. La danza montanara, fino agli anni ’70 parte della vita comunitaria ditutte le valli dell’Appennino bolognese, oggi è ancora in uso nella vita socialedella sola Valle del Savena. Il “ballo antico” (manfrine, tresconi, saltarelli, gighe,ruggeri) poteva contare nelle valli bolognesi su un repertorio eccezionalmentericco: ancora agli inizi degli anni ’80 del Novecento erano ancora in uso ben53 coreografie e un centinaio di arie melodiche differenti. I suonatori dellaValle del Savena, nella formazione attuale che vede sul palco tre generazioni,rappresentano la continuità di questa grande tradizione strumentale che haavuto in Melchiade Benni, Primo Panzacchi, Bruno Zanella e Ariodante Minarinii propri esponenti più noti. Placida Staro, etnomusicologa ed etnocoreologa, già
docente presso l’Università di Bologna e presso alcune università americane,nonché violinista dei Suonatori della Valle del Savena, ricostruirà, con l’aiuto deiSuonatori stessi e di quattro ballerini, l’incredibile mosaico del ballo antico dellamontagna bolognese.

Venerdì 24 agosto. Piazza del Popolo, Chiesa di San Leonardo

Domenico Ferraro

La memoria ritrovata. L’archivio sonoro della Puglia

Con Giovanni Amati, I Fornai di Toritto e Balli e canti sull’organetto della Valled’Itria
La ricerca scientifica sulla musica popolare è stata avviata in Italia concirca cinquanta anni di ritardo. Essa ha però prodotto una mole notevole diregistrazioni sul campo, quasi sempre per iniziativa di singoli studiosi. Si sonoandati così creando numerosi archivi sonori, molto spesso inaccessibili ecomunque isolati. L’associazione Altrosud ha elaborato un progetto ambizioso,al quale ha dato il nome Rete degli Archivi, che si propone di mettere inrete, appunto, tutti i fondi, pubblici e privati, aventi per oggetto l’espressivitàpopolare. Domenico Ferraro, presidente di Altrosud e docente all’Universitàdi Roma Tor Vergata, presenterà l’Archivio Sonoro della Puglia, prima epiù completa realizzazione del progetto, fatto di registrazioni sonore (5000documenti), documentari, fotografie che coprono gli ultimi 60 anni e che vannodalle campagne dei pionieri (Diego Carpitella, Alan Lomax, Roberto Leydi,Ernesto de Martino, Annabella Rossi … ) a quelle dei nostri giorni. Insieme alui, animeranno l’archivio i Fornai di Toritto, che eseguiranno tarantelle e cantinatalizi di questua, e suonatori di chitarra battente del Gargano.

Sabato 25 agosto. Piazza del Popolo, Chiesa di San Leonardo

Valentino Paparelli

Prima di canta’ chiedo il permesso. Il repertorio sociale e politico nella musicapopolare umbra

Con Lucilla Galeazzi, Susanna Buffa, Andrea Piccioni, Salvatore Zambataro
I contenuti di carattere sociale attraversano e vivificano la musica popolarea tutte le latitudini. In quella umbra si manifestano già nei canti del lavoro piùarcaici con riflessioni amare sulla sfortuna esistenziale o nel repertorio perl’infanzia da sempre valvola di sfogo del disagio femminile. Accade anche cheforme musicali della tradizione orale contadina vengano utilizzate per dare vocealla consapevolezza politica della nuova classe operaia. A questo repertoriosi aggiungono, poi, come necessario completamento, quello resistenziale e lacanzone politica. Valentino Paparelli, antropologo, titolare del più vasto archivio
sonoro sulla musica popolare umbra e autore di numerosi saggi su di essa,traccerà il contesto di questo particolare repertorio e intreccerà il suo raccontocon l’esecuzione dei brani più significativi (di tradizione orale e d’autore) daparte di Lucilla Galeazzi, la più importante interprete di musica umbra edesponente di spicco della musica popolare italiana e non solo, accompagnatada una seconda voce e da due strumenti.

WORKSHOP DANZE TRADIZIONALI UMBRE  *
a cura di Agilla & Trasimeno
dal 22 al 25 agosto ore 15-18  Sala Etrusca, Palazzo del Popolo. Per info ed iscrizioni (gratuite) tel. 0763.340422

* l’evento rientra nel progetto “Alla Riscoperta delle Tradizioni Popolari” sostenuto dal finanziamento nazionale pubblico della PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’  BANDO “GIOVANI PROTAGONISTI”


MOSTRA FOTOGRAFICA E DELLE TRADIZIONI CONTADINE
Piazza del Popolo, Chiesa San Rocco e Chiesa San Leonardo

 

Mercoledì 22 Agosto ore 17 – Piazza del Popolo. Chiesa San Leonardo
LA RICERCA SUL CAMPO IN UMBRIA
Presentazione dei libri con CD L’Umbria cantata di Valentino Paparelli e La Valnerina Ternana di Valentino Paparelli e Alessandro Portelli editi da Squilibri e del progetto di Archivio sonoro dell’Umbria. Intervengono gli autori e Domenico Ferraro, direttore editoriale di Squilibri

Sabato 25 agosto ore 11 – Piazza del Popolo. Chiesa San Leonardo
Presentazione del libro “2012 – 2116 gli anni predetti. I Maya e il futuro del mondo” di ALFREDO POCHET.
Una guida alla comprensione della profezia

Domenica 26 agosto ore 9-12 e 16-19
Piazza del Polo, Chiesa San Carlo
In diretta su ISORADIO
CULTURA OCCITANA

Workshop e tavola rotonda a cura di Aldo Papa Direttore di Isoradio
Partecipano
Alex Rapa e i musici e i danzatori di Gai Saber
Fredo Valla, documentarista, narratore e regista
Rosella Pellegrino, studiosa di lingua e cultura occitana
Stefano Martini, Comunità Montana Valle Stura e Responsabile Ecomuseo della Pastorizia
Ines Cavalcanti, responsabile “La Chambra d’Oc”

Domenica 26 agosto ore 17-19  Piazza del Popolo
WORKSHOP DANZE OCCITANE a cura di Beatrice Pignolo